A Cthulhu Session - Masks of Nyarlathotep

Masks of Nyarlathotep
UserName
Password

Categorie


15/04/2007

Sessione

Decidono di addentrarsi! Con abile manovra Alexander apre il lucchetto della cancellata.. et voilà i nostri eroi entrano all'interno del mausoleo. Nulla di strano ... apparentemete ... delle scale portano ad un livello inferiore! ( pechè non scendere?)

Un corridoio principale con stanze contenenti ognuna un sarcofago al centro. Verso la fine del corridoio, un odore nauseante di carne putrefatta ci attrae. Zombie, ingaggiamo un'estenuante battaglia con questi pezzi di carne ambulante. Fuoco,  Acqua Santa e Accettate di Alexander sembrano essere i loro punti deboli!

Alcuni cadaveri sono stati rianimati e trasformati in Zombie da qualche "Essere" malvagio. Il tutto fa pensare ad un Vampiro. Un sarcofago semi-aperto con poca polvere all'interno ne confermano la presenza.

Ripuliamo il corridoio e le stanze dagli zombi e leviamo le tende.

posted by noemon

08/04/2007

Sessione

Leggiamo il giornale, ed una notizia balza all'occhio di Matthew : "Lupo avvistato nel cimitero".

Indecisi sul da farsi decidiamo di andare a fare una visita al cimitero, interroghiamo il Custode. Allunghiamo un po' di Unità monetarie e ci facciamo una giratina all'interno del cimitero alla ricerca di qualche "indizio". Kappa si mette al lavoro e dopo qualche minuto troviamo le impronte del Lupo. Portano ad un Mausoleo (di chi era?).

Che faranno i nostri eroi???

posted by noemon

Sofia

posted by noemon

25/03/2007

Sessione

Il giorno successivo acquistiamo un cane, lo battezziamo Kappa.

Grazie al fido amico seguiamo le tracce fino alla villa dei Mozzilla. Ci appostiamo nei dintorni attendendo la notte.

La casa è poco illuminata. all'interno poco movimento, neppure una flebile luce. solo verso le ore 3:00 del mattino si intravede qualche bagliore... sarà andato in bagno qualcuno ?? :P. Dopo circa una mezzoretta un suono ci attira, una qualche bestia volante sembra dirigersi sul campanile della villa dei Mozzilla. Incuranti di qualsiasi cosa scavalchiamo la ringhiera ed entriamo nella proprietà, ogni nostro tentativo di entrare nella casa fallisce.

Non essendo Marines ne tantomeno dei Seals, provochiamo chiaramente i peggior rumori, tempo 30 minuti e una volante arriva al cancello principale della villa, ci hanno chiaramente scoperti. Presi dal panico tentiamo la fuga a gambe elevate. Nulla di fatto.

posted by noemon

04/03/2007

Sessione

Dopo una lunga notte passata nella grotta dei cultisti (dilaniati/carbonizzati) non troviamo nessuna traccia che possa condurci al ritrovamento della Testa.

Cerchiamo nuovi indizi attraverso il giornale. Tra tutti gli articoli spunta in risalto la notizia di un Panettiere sbranato in un vicolo nel cuore della notte. Indaghiamo.

Le tracce portano all'interno della villa adiacente il luogo del misfatto. Entriamo. La villa appartiene ad certo "Conte Gorilla". Il maggiordomo ci accompagna all'interno della villa (solo il piano terreno, i piani superiori non vi si può accedere, è la residenza dei signori). Ritroviamo le tracce e grazie ad i cani scopriamo un'impronta, apparentemente di tipo Felino. L'impronta porta fuori dalla villa.

posted by noemon

07/01/2007

Sessione

In questa sessione si completa la giocata dell'evento relativo a Budapest.

Arriviamo a Belgrado di Buongrado (HAHAHHAHAH!) e ci mettiamo subito a seguire i pezzi del puzzle. Sappiamo solo di dover cercare un tale dottor Milovan Tovaric, al museo.
All'uscita dalla stazione ci viene incontro un certo Petar, che scaccia i mendicanti che ci assillano e ci trova una carrozza per l'hotel, mettendosi poi a disposizione per qualsiasi evenienza.
Andiamo dal Dottore senza Petar, e dopo un po' lui ci riceve. Il Dottore in pratica RESTAURA STATUE; cerchiamo di capire se conosca il prof. Smith, ma dice di non conoscerlo. Sembra sincero. Ci racconta di come lui lavori sempre lì, restaurando statue antiche bizantine. Se vogliamo, può metterci in contatto con quello che gli procura i pezzi delle statue, ma c'è un problema:

a quanto sembra, durante la Guerra Mondiale qualcuno si è fottuto delle opere d'arte (probabilmente alcuni pezzi li ha contrabbandati Christophe stesso), quindi ora se noi vogliamo avere i contatti del suo fornitore dobbiamo prima procurarci un permesso per esportare statue, o roba simile, non ho capito bene.

Andiamo quindi ad un ufficio che non si capisce bene quale sia, e corrompiamo l'impiegato per avere un permesso.

to be continued perché mi muore la batteria del compuz.

posted by clem

Losco Figuro

Qualcosa ci dice che non ha nulla di umano...

posted by noemon

05/11/2006

Sessione (Bozza)

1)Un fantomatico grassone ci offre dell'ottimo vino.
Diffidenti e Incerti del fatto che sia avvelenato, lo beviamo!
2)Risvegliati bruscamente a BUDAPEST... dovevamo andare da tutt'altra parte...
3)Inseguiamo un Losco Figuro con la speranza di comprendere cosa ci aspetterà a Costantinopoli.
4)troviamo per le strade pagine di un diario, che pare descrivere la città in modo apparentemente bizzarro, la città "reale" non è da meno.

posted by noemon

25/01/1919

Fermata non prevista (Budapest)

Siamo a cena, e si avvicina il cameriere dicendo che un signore ci manda una bottiglia di vino da bere.
Per evitare di perdere un pezzo di avventura, i giocatori, perfettamente consapevoli che sarà una cosa tipo DreamLausanne, prendono la bottiglia e bevono. Christophe riempie la sua fiaschetta con i residui della bottiglia. Poi tutti vanno a dormire.

Per qualche motivo, Remington ha firmato richiedendo lo scarico dei bagagli dal treno alle 2 di notte a Budapest. ll capotreno ci sveglia dicendoci di prepararci alla discesa e si scatena il panico:

  1. in ogni vagone letto del mondo vieni svegliato almeno 15 minuti prima dell'arrivo, per poterti preparare in tempo
  2. non è normale che ci sia gente con dei teschi in mano sulla banchina accanto ai bagagli


In stazione, dunque, un Losco Figuro ci accoglie/sveglia recitando e ripetendo, con un teschio in mano, le seguenti parole :

"Here's a cheek keeps her colour let the wind go whistle
Spout, rain, we fear thee not: be hot or cold,
All's one with us; and is not he absurd,
Whose fortunes are upon their faces set,
That fear no other God but wind and wet?"
Di chi è quest'opera, e come si intitola?
Dopo averci Riconosciuto, ci invita a seguirlo con la promessa che ci spiegherà cosa ci aspetta a Costantinopoli

Tordi come Fagiani lo seguiamo.

La città in cui siamo è Budapest, ma è una specie di DreamBudapest. Sembra una città di sogno senza abitanti, solo qualche tremula luce dietro alle finestre delle case. Il Tizio col teschio in mano parla di Vendetta (o almeno cita un'opera il cui titolo parla di vendetta), anche se non si capisce vendetta contro chi.

Dopo aver seguito per un po' la voce del tizio incappucciato, troviamo una serie di indizi almeno apparentemente scollegati, tipo un grifone che pesta un serpente, un gruppo di rane che si menano con dei topi, una mano attaccata a un frutto di caco, staccata dal corpo apparentemente con un colpo di arma da fuoco (calibro MILLE, direi). Inoltre, troviamo dei fogliettini spiaccicati in giro con su degli indizi che non sono ancora stati scannerizzati...
Dopo un po' che giriamo a caso, arriviamo di fronte al tizio incappucciato, sempre per caso. Lui ci porta in un palazzo al centro di Budapest dove praticamente ci sono 5 torri.

Dopo un'interessante preambolo in cui ci parla della mente umana, paragonandola al vecchio palazzo apparentemente solido e antico ma in realtà pericolante debole e pieno di crepe (quanta verità), comincia a parlarci di... qualcosa. Noi in realtà non capiamo le parole o i concetti, non li sapremmo ripetere, però ci insinua una conoscenza subliminale nel cervello che ci inquieta assai.
Poi noi lo interrompiamo per chiedergli una roba e lui si incazza e dice che il treno sta per partire e che se non andiamo presto al treno saremo perduti hahaha!

E noi corriamo.

Arrivano al treno in tempo solo due di noi, ma gli altri si sveglieranno quasi indenni 24 ore dopo, quindi no problemo.
Direi "gh".

posted by noemon

25/01/1919

Budapest

A causa di forze maggiori, stiamo inseguendo un losco figuro all'una di matina per questa città...

posted by noemon

29/10/2006

Sessione (Bozza)

Per paranoia e paura Il gruppo si divide per evitare che eventuali "nemici" possano sottrarci facilmente tutti i pezzi fino ad ora recuperati.
3 proseguono in auto (noleggiata) i restanti con il treno.

da finire

posted by noemon

20/01/1919

Trieste

Città di mare, costantemente battuta da un gelido vento.
Retroscena di tanti interessanti avvenimenti più o meno oscuri...

posted by pietro

01/01/1970

Johann Winkelmann

Noto studioso di arte antica posted by pietro

18/06/2006

Sessione (Bozza)

Ricerche su Termona... nessuno dato rilevante

Ricerche sulla storia Medaglioni lasciati in eredità al Museo... nessun esito

Alex, in prigione viene, interrogato. Il processo avverrà fra una settimana, non vi sembrano essere testimoni... proveremo a comprarne ;)

Dopo notti insonni per i ripetuti incubi aluni dei nostri si separano andando in un altro albergo.

posted by noemon

07/05/2006

Sessione

I nostri eroi con una blanda scusa tornano a spulciare negli archivi della famiglia De Grimanci! Ritrovano un documento, del Nov 1810, in cui si racconta la straordinaria riparazione, effettuata dal padrone, di una statua del palazzo "Rezzoniani" colpita per pura sfortuna da un fulmine. La Gamba di quella statua era andata distrutta.

Intuito il possibile legame, corrono al palazzo trovandolo chiuso. Corrompendo la guardia si guadagnano l'ingresso fino alle 22 di sera (erano le 17 ... anche fin troppo il tempo concesso).

Appena entrati si rendono conto che forse 5 ore non sarebbero bastate a controllar le centinaia di statue presenti nel cortile...

Grazie al grande intuito di "xxx" (non mi ricordo di chi...) decidon di salir sul campanile (luogo molto probabile per una caduta di un fulmine). Sfondando abilmente ,con calci e testate, ben 2 porte salgono fino alla torre dell'orologio. Qui fra i meccanismi scoprono, fra le statue animate, la statua riparata.

Con abile mossa ,"Qualcuno" (non dico chi...) , interrompe il debole equilibrio dei meccanismi, innescando l'accensione sempre più violenta delle statue... dopo un terribile boato, statue espulse dal campanile e meccanismi completamente andati in pezzi, non si contano i feriti!!!

Impauriti i nostri eroi scappan con gran lena e con la gamba in spalla!!!

Nel fuggire 2 dei nostri vengon fermati da una pattuglia di poliziotti. La ferita del dott. William, causata dalla falce della statua "La Morte", sicuramente desta sospetti... vengono accompagnati in ospedale!

posted by noemon

14/05/2006

Sessione

Fuggito dal palazzo Rezzoniani il gruppo si dirige al punto di ritrovo, l'albergo.

Alla Rececption trovano un messaggio di Maria... gli scagnozzi di Rossini la tengono in stretta sorveglianza nella sua stessa casa.

Presi da non si sa quale raptus omicida si dirigono insieme a Giorgio alla casa di Maria. Qui con pistole alla mano irrompono e salvano la giovane fanciulla.

Fatto il punto della situazione si accorgono che Venezia comincia ad essere troppo stretta per loro, è l'ora di scappare. Giorgio e Maria fuggono a Milano mentre i nostri eroi tornano in albergo per recuperare le valige con il loro contenuto.

Giunti in albergo, vengono avvisati dalla reception che in camera li aspetta la polizia. Qui trovano 2 cadaveri di poliziotti completamente dilaniati. Poche tracce di sangue e un lieve odore di Marcio.

 E' proprio l'ora di fuggire... con abile mossa corrompono il direttore dell'albergo e cancellando le loro tracce. Prossima tappa Trieste.

posted by noemon

04/06/2006

Sessione (Bozza)

Arrivo a Trieste.

Ricerca dell'albergo

Winckelmann è morto da circa 150, ucciso da un certo Francesco Arcangeli. Lascia l'eredità in mano ad un dipendente dell'albergo in cui risiedeva... apperentemente senza alcun motivo. Alcuni beni, manoscritti e diari, furono acquistati all'asta da un certo Giovanni Termona.

La sera, Alex insegue ed uccide, per legittima difesa, un furfante che lo stava inseguendo. Non riesce a fuggire e viene catturato dalla polizia.

posted by noemon

01/01/1970

Faccia

Appartenente al culto dei "Fratelli della Pelle".

Il Marcio sembra aver messo fine alla vita del nostro caro faccia sul Duomo di Milano.

posted by unknown

01/01/1970

Conte Fenalik

Ultimo possessore del Braccio destro.

I soldati del Re entrarono in forze nella villa del Conte Fenalik al fine di arrestare i suoi eccessi. Bruciarono tutta la residenza.

Fenalik fu arrestato ma non condannato a morte, poichè nobile. Fu portato permanentemente a Charenton, qui fu messo in isolamento perchè infastidiva i pazienti. Le sue tracce si perdono qui.a3

posted by unknown

Orient Express

Parte quando ci serve.
Ci porta dove ci serve.
È probabilmente il mezzo di trasporto preferito dai mostri Chtuloidi, anche se francamente io non ci credo a queste fregnacce.

posted by unknown

01/01/1970

Il Camaleonte

Famiglio di Faccia posted by unknown

01/01/1970

Il Marcio

Ehi, a quanto ricordo la prima volta che abbiamo incontrato il Marcio eravamo sul treno strano, no? Quello nel sogno, quando ci siamo sbronzati con quella specie di intruglio schifoso, tipo il losanna dream, o come si chiamava. Beh, insomma, fai conto che andiamo nel sogno e vediamo un sacco di cose strane, no? E ti ricordi, Doc, che poi quando siamo tornati c'era una cuccetta fermata? Non si dice fermata? Putain, com'è che dite voialtri inglesi... closed. Dentro c'era il tizio che puzzava di marcio. Non abbiamo visto nulla però, perché il tipo ha quasi ucciso Alex prima di richiudersi dentro.
Ora, io non so parlare bene come te, Doc, o come te, altro Doc, ma direi che un paio di indizi li abbiamo.
- la cabina era oscurata, completamente. Anche se quando siamo arrivati a Milano e il Marcio è sceso ed era di giorno, il marcio colpisce solo di notte, a quanto abbiamo visto a Venezia. Preferisce la notte?
- secondo me strappa la pelle alla gente per mettersela e ne assme le sembianze. Tipo che per me si era infilato dentro Arturo Faccia e aveva assunto la sua faccia. Tra parentesi, lo sapevate che in italiano "faccia" si dice "faccia"? Carino il gioco di parole, no? POi nello "sfilarsi" l'Arturo-abito lo ha un po' come dire "rovinato".
- al coso forse piace il sangue. Non ricordo Arturo Faccia, ma mi pare che il gondoliere fosse mezzo dissanguato.
- è molto forte, guarda che faccia blu che ha ancora Alex, e probabilmente può anche volare. Non si spiega se no il buon Faccia sul Duomo.
- secondo il dottor Delplace, il tizio ritrovato aveva un aspetto orribile (avete presente il gondoliere che ha visto "La Morte" in gondola? e le infermiere dell'ospedale ch parlavano di un "attacco dei morti" quando sono scese nel sotterraneo dell'ospedale?) e non mangiava niente. Non del brodino, almeno...
Ora, lo so che è assurdo, ma ormai daquando sto con voi sto cominciando a credere a tutto... non potrebbe trattarsi di quel conte Fenalik di cui mi dicevate? Il conte depravato trova la statua e in qualche modo usa degli incantesimi ad essa correlata e diviene immortale. La cosa ha i suoi pro e i suoi contro, tipo che poi se lo dimenticano per 50 anni o più nelle segrete dell'ospedale psichiatrico e quando lo ritrovano lui è un po' incazzato. Voglio dire, non aveva niente da leggere! E siccome è un vecchio colto pazzo conte francese (in culo alla nobiltà francese), quando parla al dottore gli parla in greco e latino. posted by clem

Parigi

posted by unknown

22/04/2007

Sessione

Dopo aver "ripulito"  le stanze e dopo a ver cosparso di Aglio la tomba vuota. Decidiamo di tornare in hotel per riposare.

Il mattino dopo torniamo alla cripta, nulla di fatto, nessuno presente! Grazie a Kappa ritroviamo alcune tracce che portano fuori dal cimitero, per la precisione nelle fogne. Intorno al cimitero l'unica costruzione vicina è una chiesa. (è proprio un vampiro... per preferire la fogna, doveva essere proprio alla frutta)

Decidiamo di procedere ad un'ispezione nelle fogne. Dopo un intero pomeriggio senza concludere nulla, torniamo in hotel.

Il mattino dopo notizia calda calda! "Strage alla casa dei "gorilla o mozzilla"??

posted by unknown

25/06/2006

Sessione

Notato un possibile legame fra il sepolcro di Winckelmann e i medaglioni presenti nel museo, corrompono il custode ed effetuano un calco dei medaglioni, chi sa mai che possano servire...

Nel frattempo trattative con avvocati sono in corso per liberare Alex, finito in gattabuia.

Dopo accurate e casuali ricerche i nostri eroi giungono ad un indirizzo. Qui trovano l'erede di Termona ("NOME" ?? ). Guarda caso possiede il diario di Winckelmann acquistato all'asta dal suo tris-tris nonno. Il gentil erede ci offre tranquillamente il diario, senza alcun problema anzi sembra contento che possa servir a qualcuno... inoltre, il buon Peter, nota che il giovane Termona  sembra esser particolarmente interessato ai Medaglioni donati al museo da Winckelmann.

posted by unknown

Losanna Dream

Descrizione di Losanna

posted by unknown

Milano

posted by unknown

Losanna

posted by unknown

Conosci...

Tandoor Singh

Dove siamo?

Fondazione Penhew

Sapevi che...

Evento Iniziale

Tutto iniziĆ²

Evento Iniziale